Dopo 17 anni di attività e le continue richieste di Comuni e Istituzioni che hanno portato Ubi Jazz in giro per il Veneto proponendo migliaia di concerti, qualche anno fa è nata in noi, la voglia di proporre qualcosa in più, qualcosa di nuovo, qualcosa di diverso. L’obiettivo era quello di pensare ad un progetto che potesse essere un aiuto alla crescita dei bambini, di supporto alle famiglie e alle scuole, un progetto che fosse in grado di mettere in luce il positivo e il bello della vita: è nato così “Il bello aiuta a crescere”.

E quest’anno nell’intento di far crescere il progetto e di consolidare questo format “rivoluzionario”, abbiamo deciso di mettere al centro i giovani, creando un laboratorio che si configura come un percorso di crescita artistico-culturale in collaborazione con il Conservatorio Steffani di Castelfranco Veneto, aperto a tutte le persone che amano suonare, ma in particolare agli istituti scolastici ad indirizzo musicale delle province di Venezia, Padova, Treviso. Un laboratorio, sostenuto da Banca e Fondazione Santo Stefano, che attraverso un percorso di 4 lezioni porterà alla creazione di una Young Band che farà il suo debutto giovedì 6 aprile 2017. Un percorso che si pone l’obiettivo di far nascere e crescere l’entusiasmo per la musica, sia per chi la fa che per chi la ascolta, proponendo dei laboratori aperti anche agli uditori.

Per un’edizione così “speciale” non potevamo che pensare a dei Testimonial particolarmente amati dal pubblico: il TRIO BOBO (composto dalla sezione ritmica di Elio e le Storie Tese, Faso e Meyer più il chitarrista Menconi) che apriranno la 6° edizione del Festival alle ore 17 di venerdì 10 febbraio (nel Teatro appena ristrutturato di Scorzè – Elios Aldò) con l’appuntamento JJU: “L’artista si racconta” TRIO BOBO incontra i giovani. A seguire alle 21, l’attesissimo concerto.

E poi tante novità insieme alle tante conferme: un paio di appuntamenti nelle Dolomiti grazie alle collaborazioni con i Consorzi di promozione turistica, un concerto a Stra con 100 musicisti londinesi che faranno un gemellaggio con un progetto musicale di casa nostra – The Brexit. Una nuova e consistente collaborazione con la Coop Solidalia, nuovo gestore del Cinema Teatro di Spinea, che porterà sul palco 3 appuntamenti tra cui Bertelli e Stella. Una parentesi artistica dedicata agli appuntamenti di JAM a Mira fortemente voluta da San Servolo Servizi Metropolitani presso Villa Widmann. Grazie alla confermata collaborazione con la Proloco di Noale, Ubi Jazz apre la 38^di Noale in Fiore con la Mostra d’arte di Michel Pochet. Un doppio appuntamento a Santa Maria di Sala con Adam Holzam ed un aprile tutto dedicato al piano–jazz al Barone Rosso di Spinea. Chiude questa 6° edizione de “Il bello aiuta a crescere” il ritorno del BAM a Noale con tanta musica, dibattiti, pedalate e tanta, tanta voglia di gustarsi il bello e il sano della vita.

Prima di lasciarvi alla lettura di questo ricco programma, il Circolo 1554 e Confesercenti vogliono ringraziare tutti i partner sopracitati con una nota particolare ai 7 Comuni della Terra dei Tiepolo e alla Fondazione Riviera Miranese, nonché ai numerosi privati che, a diverso titolo, continuano a sostenerci.

SCARICA QUI IL NOSTRO LIBRETTO —–>  Ubijazz opuscolo 2017_alta